casa a Valtournenche

Valtournenche, a 1500 mt di altezza, è famosa per gli impianti sciistici che la collegano a Cervinia. La tipica residenza locale è molto bassa, di dimensioni estremamente contenute, totalmente rivestita in legno e con illuminazione calda e flebile. Solo in esterno - generalmente - è possibile ritrovare il tipico accostamento di pietra grigia e legno, di cui sono un caso esemplare le storiche architetture vernacolari “rascard”.
Il progetto, invece di rinchiudersi in un bozzolo di legno, porta all’interno dei locali questo forte accostamento di pietra a spacco e legno color miele. Colori chiari alle pareti, nuovi serramenti con telai ridotti e l'apertura della cucina ad open space, favoriscono l'ingresso della chiara luce di montagna e dei suoi paesaggi innevati.

anno

location

mq

cliente

casa a Valtournenche

Valtournenche, a 1500 mt di altezza, è famosa per gli impianti sciistici che la collegano a Cervinia. La tipica residenza locale è molto bassa, di dimensioni estremamente contenute, totalmente rivestita in legno e con illuminazione calda e flebile. Solo in esterno - generalmente - è possibile ritrovare il tipico accostamento di pietra grigia e legno, di cui sono un caso esemplare le storiche architetture vernacolari “rascard”.
Il progetto, invece di rinchiudersi in un bozzolo di legno, porta all’interno dei locali questo forte accostamento di pietra a spacco e legno color miele. Colori chiari alle pareti, nuovi serramenti con telai ridotti e l'apertura della cucina ad open space, favoriscono l'ingresso della chiara luce di montagna e dei suoi paesaggi innevati.

anno

location

mq

cliente

L’uso del grigio, applicato alle pareti e ai tessuti, è il trait d’union della composizione, facendo risaltare le sfumature dorate del rovere, mentre diversi elementi in rame impreziosiscono e riscaldano i colori delle stanze. Dato lo spazio minimo riservato agli interni di montagna, ogni stanza è stata progettata con una precisione millimetrica, ma senza rinunciare ad alcun tipo di comfort o servizio.

L’illuminazione indiretta della camera da letto è nascosta da un gioco di pannelli in cartongesso, la cui composizione attira l’attenzione dall’ingresso al lato opposto della camera, come un’alcova. Il suo disegno prende ispirazione da alcune installazioni d’arte contemporanea, come quella del Museo Serralves (Porto). La cucina è stata ampliata formando un open space col soggiorno, ma per distinguere le differenti aree, la pavimentazione cambia in base alle funzioni. Le superfici di ingresso e cucina hanno una superficie ruvida, grigia, a spacco – utile anche dopo una giornata di sci – e il parquet definisce l’inizio del soggiorno. L’isola della cucina sottolinea fisicamente questo limite, ma allo stesso tempo, la composizione rimane leggera grazie al piano cottura con cappa integrata e due elementi di illuminazione in vetro.

prima dell’intervento: soggiorno
prima dell’intervento: cucina, bagno, camera letto