LIBERA per Riva1920

Oltre ai processi di lavorazione e la standardizzazione degli elementi, non è forse sostenibile pensare a una cucina adatta a tutti? Libera sfrutta la tendenza dei moduli sospesi proponendo una cucina adattabile a tutte le necessità, anche ai diversamente abili, per i quali non esistono molte proposte sul mercato disegnate fin nei minimi particolari e curate esteticamente. Comoda da pulire, adattabile e personalizzabile: Libera è leggera e pratica su più punti di vista.

anno

tipologia

cliente

stato

LIBERA per Riva1920

Oltre ai processi di lavorazione e la standardizzazione degli elementi, non è forse sostenibile pensare a una cucina adatta a tutti? Libera sfrutta la tendenza dei moduli sospesi proponendo una cucina adattabile a tutte le necessità, anche ai diversamente abili, per i quali non esistono molte proposte sul mercato disegnate fin nei minimi particolari e curate esteticamente. Comoda da pulire, adattabile e personalizzabile: Libera è leggera e pratica su più punti di vista.

anno

tipologia

cliente

stato

La leggerezza, la necessità di sospendere elettrodomestici, pensili e piani, alle giuste altezze è un trend che sta coinvolgendo tutti i locali di un appartamento (bagno, living, cucina). Libera è il punto di incontro fra l’accessibilità e la completa personalizzazione.

Chi ha dei problemi di movimentazione temporanei può acquistare Libera senza pensare di dover presto sbarazzarsene, chi ama la leggerezza e la facilità di pulizia non vedrà l’ora di avere questa cucina in casa e personalizzarla a proprio piacimento.

È tutto a portata di mano: liberati dall’ingombro dalle basi, è possibile gestire lo spazio a propria discrezione grazie ai moduli su ruote, che possono essere assenti, o occupare tutta la parte bassa, possono essere inseriti sotto al tavolo o confluire nel soggiorno in base alle necessità.

E che dire di una linea adattabile ai diversamente abili? Pochissimi brand le sviluppano, e spesso non sono mai linee di punta, ma adattamenti sacrificati. Nella maggior parte dei casi il disegno è molto lontano dal concetto di bellezza e lusso, e dato quanto offre il mercato, chi ricerca bellezza deve procurarsela da sé con l’aiuto di un artigiano. Libera invece è adattabile in poche mosse a una persona disabile: l’estetica non viene intaccata, i pensili possono essere implementati con dispositivi meccanici/elettrici di discesa. La cappa è già sul piano e basterà installare tutto alla corretta altezza.